Perché la gente non riesce a vedere la verità?

Perché la gente non riesce a vedere la verità?

A questa domanda rispondono le sagge parole che Don Harkins scrisse nel 2001, esponendo la teoria dei nove veli.

Innanzitutto, perché 9 veli?

Chi cerca la verità si imbatte nell’incredibile simmetria e struttura della matematica, e in particolare della geometria frattale, che riguarda i numeri interi da 1 a 9:

(1 x 8) + 1= 9

(12 x 8) + 2 = 98

(123 x 8) + 3 = 987

(1234 x 8) + 4 = 9876

(12345 x 8) + 5 = 98765

(123456 x 8) + 6 = 987654

(1234567 x 8) + 7 = 9876543

(12345678 x 8) + 8 = 98765432

(123456789 x 8) + 9 = 987654321

Ma perché la maggior parte della gente non riesce a vedere la verità?

Affermava Don Harkins:

Negli ultimi anni ho sviluppato e scartato un’enorme mole di teorie nel tentativo di spiegare il motivo per cui la maggior parte delle persone non riesce a vedere la verità, nemmeno quando questa le colpisca come un calcio tra le gambe.

Quelli di noi che riescono a vedere il “complotto” hanno partecipato a molte discussioni circa l’incapacità della gente di valutare l’evidenza dei fatti e le prove documentali con cui quotidianamente si può dimostrare lo stato di schiavitù e ipnosi in cui versa la collettività.

La spiegazione più accreditata è che la maggior parte delle persone si rifiuti di vedere la verità di ciò che sta accadendo.

Gli individui estremamente immorali che compongono le elite al potere hanno allestito un pascolo virtuale in cui greggi di esseri umani brucanti come pecore raramente, se non mai, si prendono la briga di levare gli occhi dall’erba e notare le etichette colorate pinzate alle loro orecchie.

Di solito gli stessi individui incapaci di vedere questa condizione di cattività tendono a etichettare come dei teorici della cospirazione quelli che abbiano realizzato di trovarsi in un pascolo e intravisto in lontananza il profilo sinistro della casa del pastore.

Non è affatto vero che tutti coloro i quali non si accorgano che la loro libertà va dileguandosi sotto i continui giri di vite del potere “si rifiutano di vedere”; semplicemente essi non possono vedere ciò che sta accadendo, e ciò a causa dei veli che oscurano la loro percezione.

Il Primo Velo: chi riesce a vedere solo la propria sopravvivenza

Ci sono quasi 8 miliardi di persone sul pianeta. La maggior parte vive e muore senza aver mai preso atto di qualsiasi elemento non riguardi strettamente la propria sopravvivenza. Il 90% di tutta l’umanità vive e muore senza aver perforato nemmeno il Primo Velo.

Meno dell’1% dei 7,9 miliardi di persone che popolano il mondo riesce a superare tutti i veli e questa cifra è in costante decremento. Per amministrare il “pascolo virtuale”, il potere corrompe con successo molti di coloro che abbiano perforato più veli, in modo tale da fuorviare chi si avvicini alla verità, in diversi campi. È il fenomeno della “prostituzione intellettuale”, la svendita della dignità personale in cambio di un piatto di lenticchie. Lo sfarzo della ricchezza, la fama e l’elevazione sociale hanno sedotto molti intellettuali dotati e promettenti.

Oltre il Primo Velo: chi riesce a vedere la verità della politica

Il 10% della popolazione mondiale perfora il Primo Velo e scopre il mondo della politica. Costoro si recano a votare e coltivano opinioni politiche che però sono indirizzate dal mondo che li circonda; l’istruzione e i media li hanno “condizionati” ad accettare l’idea che i funzionari governativi, i “vip” che popolano il circuito mediatico e altri personaggi etichettati come “esperti” siano le voci della verità.

Il 90% delle persone incluse in questo insieme vive e muore senza superare il Secondo Velo.

Oltre il Secondo Velo: chi riesce a vedere la verità della storia

Il 10% di coloro che perforano il Primo Velo supera il Secondo Velo, per esplorare il mondo della storia e il rapporto tra l’individuo ed il suo governo.

Il 90% delle persone di questo insieme vive e muore senza superare il Terzo Velo.

Oltre il Terzo Velo: chi riesce a vedere chi controlla il mondo

Il 10% di coloro che perforano il Secondo Velo riesce a superare il Terzo Velo per scoprire che ogni risorsa del mondo, compresi gli esseri umani, è controllata da famiglie ricche e potenti le cui secolari attività di potere si sono evolute nelle moderne strategie di estorsione globale, per via delle quali l’intera economia mondiale è attualmente indebitata.

Il 90% delle persone di questo insieme vive e muore senza superare il Quarto Velo.

Oltre il Quarto Velo: chi riesce a vedere il ruolo dei poteri occulti

Il 10% di coloro che perforano il Terzo Velo riesce a superare il Quarto Velo per scoprire il ruolo ricoperto nella storia e nella cultura dagli Illuminati, la massoneria e altre società e poteri occulti.

Questi poteri si trasmettono, generazione dopo generazione, le conoscenze arcane con cui perpetuano l’asservimento politico, economico e spirituale della gente comune a vantaggio delle linee di sangue più antiche della Terra.

Il 90% delle persone di questo gruppo vive e muore senza superare il Quinto Velo.

Oltre il Quinto Velo: chi riesce a vedere chi controlla i nostri pensieri e azioni

Il 10% di coloro che perforano il Quarto Velo riesce a superare il Quinto Velo per apprendere che i poteri occulti hanno cognizioni così avanzate da riuscire a controllare i pensieri e le azioni della gente con la stessa facilità con cui noi riusciamo in pochi attimi a spedire a letto i nostri figli. Scopre che tali cognizioni esistono fin dai tempi di Noè, proprio come fin dall’antichità è possibile creare forme di vita sintetiche, e da sempre esiste la smania di sostituirsi a Dio.

Il 90% delle persone di questo gruppo vive e muore senza superare il Sesto Velo.

Oltre il Sesto Velo: chi riesce a vedere le forze che agiscono dietro i poteri occulti

Il 10% di coloro che perforano il Quinto Velo riesce a superare il Sesto Velo per apprendere che le chimere e gli esseri “alieni” che popolano la letteratura sono reali e sono le forze che agiscono dietro i poteri occulti.

Il 90% delle persone di questo gruppo vive e muore senza aver superato il Settimo Velo.

Oltre il Settimo Velo: chi riesce a vedere il mondo della geometria frattale

Il 10% di coloro che perforano il Sesto Velo supera il Settimo e scopre l’incredibile mondo della geometria frattale. La legge universale dei numeri è compresa e abbracciata nella sua interezza.

Chi perfora il Settimo Velo realizza che l’intera forza creativa universale e tutti i “misteri” della realtà, tra cui il tessuto del tempo e dello spazio e gli universi paralleli, siano strettamente correlati a forme e codici numerici.

Quelli dotati di intelletti capaci di perforare il Settimo Velo spesso soccombono alle lusinghe e promesse di ricchezza offerte dal potere, quindi oltre il 90% di costoro vive e muore senza perforare l’Ottavo Velo.

Oltre l’Ottavo Velo: chi riesce a vedere la pura energia dell’amore

Il superamento dell’Ottavo Velo svela Dio e la pura energia conosciuta come amore, cioè la forza vitale di tutti gli esseri viventi, che in realtà sono una cosa sola.

E’ necessaria una profonda umiltà per perforare l’Ottavo Velo.

Oltre il Nono Velo: chi riesce ad abbracciare pienamente la carità

Superare il Nono Velo significa processare l’energia pura nota come amore e diventare così realmente Uno con Dio e la Sua volontà.

Ciò induce ad abbracciare pienamente la carità e permette di guadagnare la piena comprensione sul piano universale del sacrificio, la morte e la redenzione; l’esistenza diventa completa, il cerchio si chiude, e si diventa in grado di vedere la realtà con gli occhi di un bambino innocente, e al contempo la profonda saggezza che nasce dall’amore puro.

Conclusione

Se questa teoria è corretta, ci sono solo circa 79.000 persone sul pianeta che siano riuscite a perforare il Sesto Velo.

L’ironia qui è incredibile, poiché tutti quelli che sono fermi dietro i veli precedenti non possono che bollare le persone che hanno perforato i veli successivi come “strambe” o “malate di mente”.

Con ogni velo perforato una cifra sempre più esigua di persone sempre più illuminate è considerata pazza da un numero sempre più elevato di persone sempre meno illuminate.

Tanto più accoratamente chi ha perforato il Sesto Velo si sgola per descrivere le proprie scoperte a quelli dei veli precedenti, tanto maggiore è l’idea di follia che suscita in chi non può vedere.

Si tratta di una verità evidente.

Così come appare evidente il fatto che la comunicazione di massa sia istruita dal potere per alimentare questo equivoco.

Il Nostro Nemico: Lo Stato.

Dietro i primi due veli troviamo la grande maggioranza delle persone sul pianeta. Sono usate come strumenti e pedine dallo Stato.

Quelli del Secondo Velo che considerano giustificate le azioni del potere che invia migliaia di persone dei primi veli a morire in terre lontane come carne da macello.

Sono tutti convinti che le macchinazioni del potere abbiano a che fare con questioni di sicurezza patriottica, in funzione delle quali valga la pena di morire.

Quelli del Terzo, Quarto, Quinto e Sesto Velo sono di crescente impaccio per lo Stato, per via della loro crescente indisponibilità a lasciarsi usare come pedine per trasferire il potere e la ricchezza dei tanti nelle mani dei pochi.

Spesso accade che per ogni velo che riescono a perforare costoro debbano sacrificare rapporti di amicizia e familiari, carriere professionali e quindi libertà all’interno del sistema.

Albert Jay Nock (1870-1945), autore de Il Nostro Nemico, lo Stato (1935), spiegò cosa accade a chi riesca a perforare gli ultimi due veli:

In che modo si rapporta lo Stato ad individui del livello di Gesù, o Socrate? Semplicemente li crocifigge o li avvelena senza alcun motivo specifico, se non quello che siano talmente imbarazzanti da meritare la morte.

Come affermava Don Harkins:

Adesso sappiamo che non è vero che il nostro prossimo sia così impegnato a districarsi in mezzo alle beghe quotidiane da “rifiutarsi” di vedere i meccanismi con cui è schiavizzato e indottrinato. Semplicemente, esso “non può vederli”, non ne è proprio in grado, così come non è possibile vedere cosa ci sia dall’altro lato di un sipario chiuso.

Lo scopo di questo breve saggio è triplice:

1- Aiutare le poche persone che abbiano perforato gli ultimi veli ad accettare il fatto che le masse dei primi veli interpreteranno sempre la loro lucidità come follia.

2- Aiutare le persone confinate dietro i primi veli a comprendere che respirare e occuparsi dei propri bisogni materiali è solo l’inizio di qualcosa di molto più complesso.

3- Garantire che la più grande avventura della nostra vita è celata dietro il prossimo velo, perché si tratta di un velo in meno che si frappone tra noi e Dio.

Leave a comment



Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per collaborare e seguire tutte le ultime news

Le nostre attività

  • Divulgazione
  • Condivisione di rubriche tematiche
  • Organizzazione di webinar
  • Organizzazione di incontri culturali

Contattaci

  • info@pensieriliberisempre.com

Chi siamo

Pensieri Liberi Sempre contribuisce a diffondere e promuovere tutti i contributi a sostegno e a difesa della libertà e dei diritti dell'uomo, fornendo riferimenti, informazioni e approfondimenti sulle attività dei principali gruppi, associazioni e movimenti che si sono impegnati e si impegnano a difendere coraggiosamente la libertà dell'individuo in vari ambiti.

Copyright Pensieri Liberi Sempre© 2017 All Rights Reserved.