Cosa è il Green Pass?

Il green pass è una certificazione che a livello europeo "servirebbe" ad agevolare i viaggi. La certificazione verde italiana invece è un chiaro strumento discriminatorio che permetterebbe l'igresso in determinati posti solo a chi la possiede. 

Il green pass (certificato verde COVID-19) introdotto dal decreto-legge 105/2021 come condizione per l’accesso ad una serie di luoghi costituisce l’ennesimo attacco alle nostre libertà e ad una vita sociale normale.

In questa sezione troverete tutta la documentazione e le informazioni utili per disobbedire e combattere una norma assolutamente ingiusta.

01.

Ricorso collettivo

Ricorso proposto dall'Avv. Fusillo Chiederemo che il Tribunale civile di Roma vieti al governo, al Ministero della Salute e a tutte le forze dell’ordine di attuare la normativa illegale sul green pass. Far dipendere l’accesso ad un bar o ad una palestra dal possesso di un simile documento costituisce anzitutto un reato, quello di estorsione. Inoltre, la normativa in questione è inapplicabile perché contrastante con il diritto dell’Unione Europea e comunque si tratta di norme incostituzionali.

Vai alla sezione
02.

Disobbedienza civile

Disobbedire a norme incostituzionali è il primo passo verso il ritorno ad una vita normale.

Disobbedienza civile
03.

Boicottare le attività che chiederanno il GP

Reagiamo anche boicottando le attività che chiederanno il green pass. Si boicotta con gentilezza e senza odio, perchè il messaggio è quello di cercare di far capire l'ingiustizia di queste norme. Gli utenti e i consumatori devono essere tutelati dalle discriminazioni e dalla violenza in ogni sua forma in accordo con la "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani" istituita nel 1948.

Boicottare il GP

  • Cosa fare se ci chiedono il green pass?
  • E se sono un datore di lavoro come dovrei comportarmi? 
  • Subirò delle sanzioni?

 

  1. Solo il gestore può controllare il green pass e deve fare entrare sia chi lo ha sia chi non lo ha.
  2. Le multe che i gestori prendono non le pagano, vanno dal giudice di pace e gliele annulla. Se prendono 10 sanzioni, non pagano 10 multe, bensì il massimo che possono pagare è il triplo della multa massima. Questa va da 400 a 1.000 euro, quindi anche se ricevono 10 multe possono essere multati per 3000 euro al massimo.
  3. La chiusura del locale è disposta solo alla terza violazione in giorni diversi. Però siccome nel diritto amministrativo non è reato mentire, si può dire ogni volta che è la prima violazione.
  4. Le FF.OO. non possono controllare il green pass ma solo il gestore può farlo. Quindi i clienti mostrano alle FF.OO. solo il documento di identità. Se dovessero fare la multa, non si paga mai.
  5. Se la palestra non ti fa entrare perché non hai il GP, la palestra ha l'obbligo di risarcirti per tutto il periodo in cui non usufruisci del servizio che hai pagato fino alla fine del periodo contrattuale. Oltre alla violazione del contratto, la palestra sarà colpevole di violenza privata. L'avvocato Fusillo preparerà un modello di lettera di diffida per chiedere il risarcimento perché la palestra impedendo l'attività fisica ha minacciato la salute fisica e psicofisica del cliente e ha fatto reato di violenza privata. Vanno inondati di diffide i grossi gestori, non quelli piccoli, e vanno boicottati dal vivo e sui social con recensioni negative.
  6. Se lavoro in una palestra come mi difendo dal datore di lavoro che mi chiede il GP? Solo per i ristoranti l'obbligo del GP riguarda solo i clienti e non titolare e dipendenti. Per le palestre e altri esercizi, chiedere al datore di lavoro di mettere per iscritto che vuole il GP e allegare quel foglio alla denuncia per estorsione.
  7. Il MovLib creerà una pagina apposita con un elenco delle palestre libere. Queste potranno essere segnalate da gestori e clienti via email (creeranno email apposita).
  8. Queste divisioni servono a creare una società libertaria, dove ciascuno potrà servire i clienti che vuole e dove il mercato saprà fornire al cliente il servizio che vuole, ma ognuno avrà la possibilità di usufruire del servizio.

Puoi approfondire anche in questo articolo : Il green pass è legale? 

 

03. Boicottare le attività che chiederanno il green pass.

Boicottiamo le attività che chiederanno il green pass e aiutiamo quelle che non lo chiederanno.

Boicottiamo le attività con GP

Elenco su segnalazione di attività che adottano o no il GreenPass. In questa applicazione troverete la mappa con tutte le attività segnalate.

Contatti e aggiornamenti

Contatti e aggiornamenti dal canale telegram

Premiamo le attività che non discriminano

A causa del «Corona» e della gestione politica di questa crisi stanno nascendo divisioni sempre più profonde nella popolazione. Con il passaporto vaccinale (greenpass) previsto nel prossimo futuro, coloro che rifiuteranno questo siero sperimentale per il Covid-19 verranno penalizzati ed esclusi. La risposta a questa imminente apartheid è l’ANIMAP. Animap è un elenco di industrie e prodotti, per aziende di ogni settore, che non intendono escludere nessuno, e che permettono a tutti un libero accesso ai propri prodotti e servizi.

Contatti e aggiornamenti

Contatti e aggiornamenti dal canale telegram